Aviazione Esercito – Train Advise Assist Command West – Afghanistan Herat: giornata internazionale della donna

Aviazione Esercito – Train Advise Assist Command West – Afghanistan Herat: giornata internazionale della donna

I militari italiani celebrano la giornata internazionale della donna con una tavola rotonda dal titolo: “La donna, preziosa risorsa per la pace e lo sviluppo”.

“La donna preziosa risorsa per la pace e lo sviluppo”, è questo il tema della tavola rotonda organizzata a Camp Arena, presso il Train, Advise and Assist Command West (TAAC W), in occasione della giornata internazionale della donna. Un quotidiano impegno, quello delle donne afghane, per promuovere la parità di genere nella società e nel mondo del lavoro.

Il simposio, frutto di una proposta del TAAC W, su base Brigata Aeromobile “Friuli”, è stato moderato dal Generale di Brigata Salvatore Annigliato e ha visto l’intervento, per i saluti finali, del Vice Comandante di Resolute Support (RS) e Italian Senior National Representative (collegato in videoconferenza da Kabul), Generale di Corpo d’Armata Salvatore Camporeale.

Molte le autorità civili e militari presenti all’incontro, tra le quali il Governatore di Herat Abdul Qayoum Rahimi, il Capo di Stato Maggiore del 207° Corpo d’Armata Brigadier Generale Ezmaray Faizi, il Comandante del Comando Provinciale della Polizia, Maggior Generale Aminullah Amarkhil, la Direttrice del Women Affairs Department di Herat, Mrs. Anisa Sarway, la Direttrice del Woman Legal Aids Center, Mrs. Maria Bashir e la Rappresentante di UNAMA, Mrs. Ilona Stanley.

Il rispetto della parità di diritti e delle pari opportunità è essenziale per il buon funzionamento di una società civile e permette di valutare il grado di democratizzazione, trasparenza ed effettività di un determinato ordinamento istituzionale: in questo senso, il confronto dialettico, giuridico e dottrinale sviluppatosi durante l’evento ha permesso di mettere a fuoco la questione valorizzandone i vari aspetti al cospetto di interlocutori privilegiati.

Il contingente militare italiano, nel quadro dei compiti stabiliti dalla Missione RS, continua a supportare il presente e il futuro dell’Afghanistan, promuovendo attività che consentano alle donne afghane di raggiungere importanti obiettivi e qualifiche nei diversi settori lavorativi del Paese. Gli advisors italiani, attraverso corsi di specializzazione in favore del personale femminile delle Afghan National Defense and Security Forces (ANDSFs), simposi e incontri con i vertici istituzionali del Paese, mirano a promuovere le pari opportunità e il rispetto dei diritti della donna.

Le attività a favore delle donne afghane, realizzate all’interno dei progetti gender, sono parte integrante della Missione Resolute Support. Nell’ambito di tali progetti, nell’ultimo periodo il TAAC-W, supportato dal Comando di RS, ha presentato due progetti finalizzati alla costruzione di infrastrutture dedicate al personale femminile impiegato nell’Afghan Border Force (ABF) e nell’Afghan National Civil Order Force (ANCOF), per un investimento di circa 70.000 euro.

Resolute Support è una missione a guida NATO avviata il 1° gennaio 2015 al temine dell’operazione ISAF. Il suo scopo è contribuire all’addestramento, assistenza e consulenza in favore delle Istituzioni e delle Forze di Sicurezza locali, al fine di facilitare le condizioni per la creazione di uno stato di diritto, Istituzioni credibili e trasparenti e, soprattutto, di Forze di Sicurezza autonome e ben equipaggiate, in grado di assumersi autonomamente il compito di garantire la sicurezza del Paese e dei propri cittadini.

Foto & Testo Comando Brigata Aeromobili Friuli, a cura di AB-AviationReporter

339 Visite totali, 3 visite odierne