Danimarca – Air Show ad Aalborg

Danimarca – Air Show ad Aalborg

Danimarca, Giugno 2018…

L’Aeronautica Danese pianifica il proprio Air Show ogni due anni: nel 2014 si è svolto a Karup, nel 2016 a Skrydstrup, mentre quest’anno si è svolto ad Aalborg, paese a nord della Danimarca presso l’aeroporto base dell’Air Transport Wing.

La base è di dimensioni medie: è appena 10 metri sul livello del mare e vi operano circa 800 militari, ha ben due piste di 3.500 metri ciascuna su di un’area di circa 838 ettari, 08L/26R di 2,654 per 45 metri, mentre la seconda ovvero la 08R/26L è di ben 2,549 per 23 metri, questo per poter permettere ai voli civili di poter atterrare o decollare senza inconvenienti con i voli militari.

Il Danish Air Show 2018 che vi si e’ svolto tra il 9 ed il 10 giugno è stato così suddiviso:

  • sabato 09 giugno è stato dedicato allo “spotter day”: sono state accreditate soltanto 250 persone,che hanno potuto accedere alle aree destinate ai fotografi ed assistere ai voli di allenamento che sarebbero andati in scena il giorno successivo;
  • domenica 10 l’apertura dei cancelli e’ avvenuta fin dalle prime ore del mattino a favore di tutto il pubblico.

E’ doveroso riconoscere l’impegno che viene profuso in questa occasione dall’Organizzazione, al fine di  permettere al pubblico di ogni età (compresi bambini ed anziani) ed agli appassionati di partecipare e godere della linea statica perfettamente allineata, senza la preoccupazione di dover far code o di trovare i punti di ristoro. Troviamo infatti una logistica ottima: presenti parcheggi, shop e servizi igienici.

In una scala da 1 a 10, questa manifestazione per quanto ci riguarda merita un bel 10!

Purtroppo dopo il tempo ottimo di sabato, la domenica è stata segnata da alti e bassi atmosferici, con pioggia intensa e leggere schiarite come è solito trovare in questi paesi del nord Europa.

Lo scopo principale dell’evento è stato quello di permettere al pubblico di partecipare alle attività’ che le forze armate danesi svolgono quotidianamente a favore della Nazione, effettuando una dimostrazione di volo dei mezzi aerei in dotazione, così come è stata data la possibilità’ di visionare velivoli storici.

In occasione della manifestazione aerea sono stati invitati partner nazionali e stranieri. Le esibizioni aeree sono da sempre spettacolari e creano una notevole attenzione: l’affluenza è stata stimata circa in 130.000 visitatori nella sola domenica.

Molti spotter sono accorsi per poter avere la possibilità di veder volare il leggendario CF-104D norvegese, con matricole ormai civili ma ancora in grado di dare spettacolo.

L’esemplare restaurato è un Canadair CF-104D, c/n 583A-5307, s/n RCAF 104637, s/n RNAF 637, con registrazione civile norvegese LN-STF.

Lo Starfighter restaurato è la versione biposto dell’F-104, costruito su licenza dalla Canadair in Canada, tanto da assumere come denominazione CF-104D. Questi Starfighter presentavano alcune modifiche rispetto il progetto originale ed erano utilizzati soprattutto per attacco al suolo e non come ‘interceptor’.

Questo CF-104 arriv

ò in Norvegia il 14 Giugno 1973 e gli fu assegnato il seriale 637 della Royal Norwegian Air Force. Prestò servizio con il 334 Squadron di Bodo fino ad Aprile 1983, quando fu dismesso e stoccato preso la base di Sola. Qualche mese più tardi tornò a Bodo dove fu utilizzato a scopo didattico per i tirocinanti della Royal Norwegian Air Force fino al 1990, per poi essere trasferito all’ Air Museum di Bodo.

Un gruppo di appassionati notò l’arrivo di questo CF-104D e visto il perfetto stato di conservazione chiese al Museo di poterlo restaurare e riportarlo in volo sotto il controllo del 331 Squadron che avrebbe offerto il supporto tecnico.

Attraverso il gruppo “Friends of the Starfighter” ed il supporto di altri gruppi di appassionati, anche italiani, nel 2007 il team è riuscito ad accendere di nuovo il motore J-79 dal suono unico ed inconfondibile ruggito.

Da lì in poi una serie test positivi hanno dato la forza al gruppo di proseguire con il lavoro che ha raggiunto il traguardo più importante fino a portarlo in volo il  29 settembre 2016, con il decollo dello Starfighter da Bodo, ai comandi il test pilot Eskil “TAZ” Amdal.

Il CF-104D norvegese è l’unico ancora volante in Europa. Gli ultimi a volare, con matricola militare, furono i  TF-104 dell’Aeronautica Militare nel 2005.

Altri esemplari inediti prese

nti ad Aalborg si sono visti gli F-18C Finlandesi, gli EF-2000 Spagnoli, in statica presenti anche due Mirage 2000 N, i Sukoy 27 Flanker Ucraini, la Pattuglia Svizzera con gli F-5 Tiger e il solo display F-18 anch’esso Svizzero, due F-16 Greci soliti a partecipare in Danimarca, peccato senza il solo display special color.

Hanno preso parte nelle due giornate come esemplari storici anche il  Mig-15  affiancato dai due De Havilland Vampire, mono posto e il modello Bi posto, un L- 29 Delfin e l’idrovolante Catalina.

Sono stati presentati anche l’AWACS con la livrea Tiger ed il P-8 Poseidon della Us Navy.

Ovviamente non è mancata l’esibizione di tutta la componente aerea dei reparti dislocati nei tre aeroporti lungo la Danimarca, cioè gli F-16 con lo special color proveniente da Skrydstrup, gli elicotteri dalla base di Karup e la componente trasporto con C-130J-30 che ha sede dell’air show in questione.

Hanno dato davvero spettacolo con molti lanci di flare (contromisura di difesa costituita dall’uscita di schegge incandescenti di metallo usati di solito per sfuggire ai missili a ricerca di calore, nel caso ingaggiati).

Aalborg è la sede del 721 Gruppo Volo Trasporti con quattro Lockheed C-130J-30 Hercules, quattro CL-604 Challenger e quattro Saab T-17 Supporter. Le missioni sono di tipo Trasporto truppe, tattico, logistico, materiale per altri basi, trasporto personale Politico Danese con i jet Cl-604. Tutta la manutenzione viene eseguita direttamente in Aalborg.

Grazie a tutta la parte mediatica Danese per l’ospitalità a tutti gli spotter accorsi qui da tutto il mondo per sostenere il mondo degli airshow.

Ci vediamo direttamente tra due anni a Karup nel centro della Danimarca con i suoi 3000 ettari di superficie e 17 km di perimetro, nella base dove operano gli elicotteri EH-101 e non solo, per vivere tutti insieme nuove emozioni ed immortalare nuovi scatti.

 

Testo di Alessio L. & Foto di Britta K.

Galleria della Statica di Sabato 09-06-2018

Display Sabato 09-06-2018

Display Domenica 10-06-2018

 

 

 

22,508 Visite totali, 6 visite odierne