Linate Air Show 2019

Linate Air Show 2019

Nelle giornate del 12 e 13 ottobre, presso l’aeroporto Internazionale di Milano Linate, si è svolto un singolare evento, organizzato dell’aeronautica, che possiamo chiamare in modo inusuale “festival – air show” in quanto è stato realizzato creando un bel connubio di volo e musica. Questa manifestazione ha dato una nuova immagine, anche se per poche ore, all’aeroporto civile di Linate, i prati, le vie di uscita, i terminal sono stati colorati dal passaggio delle migliaia di persone che hanno partecipato alla manifestazione dando vita ad un evento più unico che raro.

l’Aeronautica Militare in collaborazione con l’azienda aeroportuale SEA e l’aeroclub Milano con sede a Bresso, ha ideato uno spettacolo di volo eccezionale unendo pattuglie civili, aerei acrobatici, e gli assetti della AM. Ha offerto agli spettatori l’opportunità di ammirare numerosi e differenti velivoli, manovre, e tanto altro.

Nella aeree che solitamente vengono usate come raccordi per gli aerei commerciali di linea, sono stati allestiti shop per lo street food e punti ristoro di diverse nazionalità proprio per sottolineare lo spiritò di unità e condivisione con altri stati in un luogo, come l’aeroporto, dove quotidianamente passano cittadini di tutto il mondo.

Molto interessante la statica di aerei storici, collocati dietro la tribuna concerto con tanti mezzi, dagli storici arei delle seconda guerra mondiale a quelli degli anni settanta.

La pista turistica, chiamata così perché viene usata dai voli minori, è stata allestita e preparata con il contributo di tutte le forze armate presenti, ognuno con un proprio stand per presentare al pubblico mezzi, tecniche e vestiario in dotazione ai vari Corpi dello Stato.

Presenti in ordine per dimensione, l’AM con diversi aerei in mostra statica dal MB-339 PAN al Mock-up del caccia bombardiere leggero AMX, i vari simulacri di cabina dell’F-104 e i Tornado. Sono stati disposti anche stand delle aziende private ed autorizzate dalla FA per vendere prodotti inerenti ai reparti AM.

Massiccia la presenza dei Vigili del Fuoco con il loro elicottero AW-109 e il suo equipaggio, i mezzi antincendio, che sono stati presi d’assalto soprattutto dai bambini, i mezzi terrestri per il movimento terra e le attrezzature civili ed aeroportuali.

A seguire la GdF con la presenza dei nuovi elicotteri AW-139 e AW-169 appena entrati in produzione e che andranno a sostituire gli ormai superati muli degli HH-412 presenti nelle loro sezioni aeree.

Polizia, Carabinieri, Esercito, non mancava nessuno, tutti molti disponibili e pronti a rispondere alle domande dei tanti curiosi che molto probabilmente non avevano mai visto questi mezzi da così vicino

Per quanto riguarda la parte volante dell’Air show abbiamo visto sia le pattuglie acrobatiche civili che la nostra amata e gloriosa Pattuglia Acrobatica Nazionale.

Tra quelle civili ricordiamo il WE FLY TEAM, un gruppo di piloti disabili, su sedia a rotelle, che hanno volato su aerei ULM, (ultra Light). Con tanta bravura e determinazione sono riusciti ad esaltare il pubblico e, come per magia, colorare i cieli con i loro fumi. Le elettrizzanti manovre acrobatiche, l’abilità, la determinazione e la loro grande passione hanno dimostrato come, anche per i meno fortunati, sia possibile raggiungere traguardi eccezionali e realizzare i propri sogni.

Hanno partecipato alla manifestazione altri aerei acrobatici come gli Extra 300 Su-31 e tanti altri appartenenti ad illustri campioni Italiani.

Presente anche la Leonardo SPA con il volo in coppia del nuovo M-345 e M-346 FA e il loro pilota collaudatore Giacomo I. che ha aperto il cielo con il rombo dei due potenti motori del suo caccia, esibendosi con qualche manovra acrobatica.

Nel pomeriggio il momento più atteso, la presentazione di tutti gli assetti della nostra Arma Azzurra.

Dopo il passaggio della Fly Legend, composta anch’essa da velivoli storici ad elica (SIAI-208, SF-260, T-6 Texan) e i turbogetto (MB-326, MB-339CD, M-346 A), si è dato inizio alla manifestazione, come di consueto, con l’Inno Nazionale e il passaggio del nostro Tricolore appeso all’elicottero HH-139 del SAR di Pratica di Mare e subito dopo la sua spettacolare esibizione, sempre molto emozionante, che è stata tanto apprezzata dal pubblico presente.

In seguito si è potuto vedere il passaggio di un C-130J della 46° B.A. di Pisa seguire i 4 special color degli AMX provenienti dal 51° Stormo di Istrana che hanno sfoggiato le livree dei gruppi volo spettacolari.

Un evento di Renagade da parte di un Falcon 900 EX del 31° Stormo di Ciampino come aereo civile ostile, scortato da un F-2000 A del 4° Stormo e un moderno caccia di 5° generazione F-35 A del 32° Stormo di Amendola, simulando una intercettazione su “Scramble”, termine molto sentito negli ultimi tempi.

Prima dell’esibizione delle Frecce Tricolori, abbiamo assistito ai vari passaggi di due Tornado IDS, provenienti dalla vicina base di Ghedi sede del 6° Stormo, in versione ricognitiva configurati con il pod Recce LITE utilizzato per realizzare foto del terreno ad altissima risoluzione con la possibilità di inviarle in tempo reale alle sedi a terra.

Subito dopo abbiamo assistito all’arrivo da ovest verso est, dei 10 Pony (nome radio usato della PAN) con i loro fumi colorati pronti a salire verso il cielo milanese e dare inizio al programma acrobatico.

Sono state due giornate davvero emozionanti ma anche insolite, non è certo usuale poter vedere un air show in un aeroporto civile che, momentaneamente chiuso per ristrutturazione, è stato trasformato in un luogo di spettacolo aereo e musicale. Dopo le esibizioni aeree diurne, infatti, abbiamo assistito a diversi spettacoli e concerti musicali organizzati sia per adulti che per bambini. Non sono mancati, inoltre, numerosi stand commerciali e di ristorazione.

Posso affermare con grande soddisfazione che tutto si è svolto al meglio, anche il controllo della viabilità è stato organizzato in modo ordinato, veloce e scorrevole. Ci tengo a ringraziare in modo particolare le forze dell’ordine che, preposte fuori dal sedime aeroportuale, hanno vigilato sulla sicurezza dei numerosi spettatori arrivati a piedi, in bicicletta e con i mezzi pubblici.

Speriamo di poter rivedere in futuro, nella nostra Regione Lombardia, un evento simile anche in qualche altro aeroporto milanese.  

Un grazie a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del” Linate Air Show”.

Foto & Testo Alessio L. & Britta K. a cura di AB-AviationReporter

3,282 Visite totali, 16 visite odierne