“Open day” Aeronautica Militare a Linate

“Open day”  Aeronautica Militare a Linate

 Nella giornata del 4 Novembre si festeggia in Italia la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, ricorrenze legate alla conclusione della Prima Guerra Mondiale avvenuta il 4 Novembre 1918. Ogni anno, presso molte delle installazioni militare dislocate sul territorio nazionale, si aprono le porte ai cittadini con manifestazioni ed eventi organizzati dal ministero della Difesa.La ricorrenza vuole ricordare tutti i nostri connazionali che hanno partecipato ai conflitti e che sono caduti per ideali come l’amore per la propria patria e l’attaccamento al proprio dovere. Valori questi, che restano immutati nel tempo e che appartengono ad ogni cittadino italiano.

Presso l’aeroporto di Milano Linate, si è svolta nella giornata di venerdi 4 Novembre, una delle iniziative programmate nell’ambito del programma “Caserme aperte” e “Caserme in piazza” 2016 che ha visto coinvolte ben 28 città italiane. Nella parte dell’aeroporto cittadino milanese dedicato all’aviazione generale ed ex sede della 653a Squadriglia Collegamento e Soccorso – SAR, è stata approntata dal personale della locale “Squadriglia Collegamenti – Milano Linate” (dipendente direttamente dalla Divisione Forze Aeree da Combattimento – Comando 1^ Regione Aerea Aeronautica Militare di Milano con sede piazza Novelli) una piccola ma interessante mostra statica che ha visto la partecipazione di alcuni esemplari dei principali velivoli di prima linea della forza aerea italiana Aeronautica Militare.

Ab-AviationReporter, ha potuto presenziare all’interno dell’installazione anche il giorno 3 Novembre, durante i preparativi dell’evento e gli arrivi dei velivoli. Questo tipo di eventi non rappresenta una occasione eccezionale per poter fotografare velivoli militari, ma conoscendo gli orari di arrivi e decolli (che solitamente avvengono nei giorni precedenti e successivi alla manifestazione) si potranno catturare scene d’azione. Alla mostra, occorre un obiettivo grandangolare per poter fotografare all’interno degli abitacoli dei velivoli. Dopo dieci anni, Linate torna ad ospitare un evento dedicato ai festeggiamenti del 4 Novembre. L’ultima volta che ho potuto visitare questo distaccamento A.M. posto sotto il comando della 1^ Regione Aerea c’erano ancora gli elicotteri Agusta Bell AB-212 versione AMI-SAR, spostati nel 2008 al 9° stormo di Grazzanise, Caserta, a seguito dell’ennesima riorganizzazione (volta a limitarne i costi, essenzialmente) che ha subito la nostra aeronautica. Ora, il reparto qui ospitato che svolge esclusivamente compiti di collegamento e trasporto (impiegando un elicottero leggero NH-500E ed un aereo ad elica SIAI 208M) è alle dipendenze dirette della “Divisione Forze Aeree da Combattimento” di Milano.?

Il programma predisposto per l'”open day” di venerdì 4 Novembre sarà incentrato sulla mostra statica formata da alcuni aerei in linea con l’Aeronautica Militare. L’arrivo di questi aerei è stato confermato per oggi 3/11, tra le 12.00 e le 14.00, orario scelto dal comando per non incontrare problemi con le eventuali nebbie che in questa stagione sono molto frequenti. Nello spazio di poche ore la mostra statica sul piazzale davanti all’hangar principale prende forma; al termine degli arrivi registriamo i seguenti mezzi aerei: il caccia-bombardiere “deep-strike” Panavia Tornado IDS 6-21 arrivato dalla base bresciana di Ghedi sede del 6° stormo, il caccia-bombardiere leggero multiruolo Alenia AMX Ghibli 51-67 proveniente dal 51° stormo di Treviso/Istrana, il caccia da superiorità e difesa aerea Eurofighter EF-2000A Typhoon 4-44 proveniente dal 4° stormo di Grosseto e il nuovissimo addestratore avanzato di ultima generazione Alenia/Aermacchi M-346 Master 61-01 del 61° stormo arrivato dalla base salentina di Lecce/Galatina. Già presenti sul piazzale si trovavano, infine, lo Hugues/Breda-Nardi NH-500 ed il SIAI Marchetti 208M del reparto.

L’evento permetterà ai cittadini milanesi e non di vedere e toccare con mano i velivoli di punta in linea con la nostra forza aerea. Dalle 9.00 del mattino di venerdì 4/11 la base aprirà e saranno presenti anche molti giovani studenti di diverse scolaresche. Ogni visitatore potrà scattare fotografie, sia ai mezzi che al personale dell’Aeronautica Militare li presente. Si potrà conoscere, fin nel più piccolo dettaglio, come sono fatti i velivoli da combattimento italiani, quali sono i loro ruoli principali e come sono svolte le missioni. Allo scopo, è stata allestita all’interno dell’hangar principale uno significativa esposizione di oggetti, componenti e strumenti aeronautici, incluso un simulatore del cockpit dell’F-104 Starfighter.

I piloti ed il resto del personale AM sarà a completa disposizione per raccogliere notizie ed informazioni al fine di migliorare la propria conoscenza aeronautica e militare, Infine, per chi lo volesse, sarà possibile sedersi ai comandi di questi aerei militari entrando nei loro abitacoli. Siamo al giorno dell’evento. Un buon meteo permette il regolare svolgimento della manifestazione. Al termine della giornata i visitatori intervenuti non saranno stati moltissimi (il giorno è feriale e quindi lavorativo) però c’è comunque soddisfazione tra gli addetti, per quello che si è riusciti a mettere in piedi.

Tengo a precisare, in conclusione di questo mio racconto per questo evento, che da qualche tempo la nostra aeronautica deve confrontarsi con continue ristrettezze di bilancio che limitano in modo sostanziale l’attività addestrativa e la relativa operatività. Ciò nonostante, il ministero della difesa riesce a mantenere in piena efficienza tutte le componenti del nostro dispositivo di difesa, tra l’altro impiegato da anni in molte missioni internazionali con professionalità e riconosciute capacità operative. Con la dovuta attenzione e competenza si riesce inoltre, ad organizzare anche eventi di questo tipo, che permettono alle componenti umane delle nostre forze armate l’avvicinamento ed il confronto con la cittadinanza. Lo dispiegamento dei mezzi per le celebrazioni del 4 Novembre, sebbene il contesto rientri in una più ampia organizzazione di rappresentanza, ha visto coinvolte unità e personale già programmate per la normale attività addestrativa. Ab-AviationRepoter ringrazia sentitamente tutti gli ufficiali, i sottoufficiali e gli altri militari della nostra Aeronautica, che sono intervenuti a nostro supporto, consentendoci lo svolgimento di questo reportage.
Testo e fotografie di :Ab-AviationRepoter

2,001 Visite totali, 3 visite odierne