AirPower22 – Steiermark

AirPower22 – Steiermark

Zeltweg AirPower 2022

Tra Venerdì 2 e sabato 3 settembre 2022 quasi 275.000 appassionati di aviazione hanno varcato il cancello della base militare sede del gruppo di volo Eurofighter per assistere al più grande spettacolo aereo d’Europa, “Airpower 22”. Altri 25.000 spettatori erano presenti nelle zone circostanti. L’evento è stato organizzato dalle forze armate austriache con la collaborazione del loro partner Red Bull e dalla provincia della Stiria.

Le eccellenti condizioni metereologiche, sole e nuvole come batuffoli di cotone, hanno reso il programma dell’Airpower fantastico ripagando così lo stop causato dalla grave situazione pandemica che ha impedito per più di due anni la realizzazione di un Airshow di queste proporzioni.

Il bel tempo ha permesso a tutti i display presenti, team Frecce Tricolori e Patrouille Suisse, di esibirsi con i loro programmi completi. Ricordiamo bene come nella precedente edizione del 2019, la pioggia sia riuscita a rovinare il programma di entrambi i giorni di festa causando la cancellazione di parecchi decolli. L’ aeroporto di Zeltweg si trova a ridosso di alture quindi è indispensabile, per chi vola, avere le minime quote verticali e orizzontali per poter volare in sicurezza.

All’ Airpower22 hanno partecipato più di 200 aerei europei di 20 nazioni diverse. L’evento ha offerto tanto divertimento al pubblico tenendolo con il naso all’insù ad ammirare le figure acrobatiche dei propri beniamini. È stato entusiasmante assistere alle esercitazioni, non reali, del proprio Esercito, Forze di Polizia e Vigili del Fuoco. Non è mancato nulla, un mix di voli, inclusi quelli che le forze aeree e terrestri compiono quotidianamente a difesa dei propri cittadini. Nella giornata di sabato è stato presentato un B-52 dell’USAF, decollato dall’Inghilterra per eseguire un saluto con sorvolo sulla base di Zeltweg. Da sottolineare la partecipazione della nostra Aeronautica Militare che ha portato in volo, agli amici austriaci, assetti importanti come la PAN, Pattuglia rinomata nel Mondo, i nuovi caccia di 4°, l’M-346 A del 212° Gruppo volo di Galatina sede del 61° Stormo e un Typhoon 2000 A del XII° Gruppo volo Caccia di Gioia del Colle, sede del glorioso 36° Stormo, il bellissimo special Tiger.

L’industria aeronautica italiana era rappresentata dalla ditta Leonardo Spa – divisione Elicotteri, che ha esposto il nuovissimo elicottero AW-169 con livrea Esercito, mezzo ammirato con grande interesse da parte del pubblico presente. Ovviamente non sono mancati gli assetti della Forza Aera Austriaca, il caccia Typhoon 2000 A special Tiger nonché l’aereo usato per il display, che hanno dato prova di eccellenti doti di manovrabilità. Prove in volo di “dog fight” tra due Typhoon e la dimostrazione reale d’intercettazione di un C-130K come Bandit da parte di due F-2000.

In campo anche la componente elicotteri con le dimostrazioni dalle varie linee volo, fino agli assetti su Aulette con le bandiere appese sotto per la parte di apertura della manifestazione. Presenti, sia in volo che in statica, gli F16 greci e belgi, rispettivamente l’F16 Zeus Display e l’F-16 belga con la colorazione Viper; il Gripen Jas 39 Ungherese e Svedese, il Tornado tedesco proveniente dal 51 Stormo di Jagel, che ha preso parte, insieme al Gripen ungherese, al Typhoon austriaco Tiger e al Alphajet di Red Bull, ad una formazione di special color con emblema della Tigre; gli Svizzeri, con i loro 6 Northrop F-5 Tiger e i Croati con i 6 PC 9M Pilatus. Non sono mancate, come da tradizione, le collezioni private del Signor Red Bull dal DC-6B, al Chance Vought F4U-4 “Corsair”, al B-25J Mitchell, Lockheed P-38 “Lightning “, T-28B nordamericano “Trojan”, Alpha Jet etc… che hanno dato, come sempre, un tocco di colore storico nei cieli dell’Air Power. Lo show ha suscitato grandi emozioni, tutto si è svolto al meglio senza inconveniente grazie alla grande professionalità con la quale lo staff completo ha saputo gestire l’evento. E’ da precisare che gli Airshow sono presentati da macchine volanti, per cui il rischio di un “crash” è sempre presente… del resto la storia ci insegna. Le persone accorse per ammirare lo spettacolo sono state davvero innumerevoli, dei veri fans, a dimostrazione di quanto sia forte la passione per le esibizioni del volo. Diverse importanti autorità hanno manifestato il loro entusiasmo e soddisfazione in merito alla buona riuscita della manifestazione.

“Sono molto orgoglioso della prestazione della nostra squadra”, ha affermato il generale di brigata e project manager di AIRPOWER22 Wolfgang Prieler. “In termini militari AIRPOWER22 rappresenta la più grande esercitazione delle Forze armate austriache del 2022, anno in cui sarà significativamente consolidata la cooperazione civile-militare sotto la guida del Comando militare della Stiria con le organizzazioni dei servizi di emergenza e le autorità amministrative locali. Una vera e propria operazione. Ciò che doveva funzionare immediatamente, ha funzionato, sia l’interazione con gli ospiti dell’aviazione militare internazionale per il volo a Zeltweg sia per il rifornimento ai partecipanti stranieri, l’esecuzione delle esibizioni, il rispettare delle regole comuni di sicurezza del volo, il controllo del traffico aereo perfettamente funzionante, i vigili del fuoco all’aeroporto e il servizio meteorologico militare. Fondamentale, in queste due intense giornate ad alta pressione, è stata la cooperazione tra i partecipanti, il tutto concentrato in poco tempo, non c’è stata possibilità di provare e non erano ammessi errori. Desidero ringraziare tutto il mio staff e sono orgoglioso delle prestazioni del nostro team”.

La dichiarazione di Promberger: “Miglior valore di formazione raggiunto”, AIRPOWER22, dopotutto, non è un evento esclusivamente dell’aeronautica austriaca ma sono coinvolti quasi tutti i servizi delle forze armate e il Quartier Generale Centrale. Con la loro impeccabile preparazione e implementazione, tutte le unità terrestri e aeree hanno creato le condizioni per un evento su larga scala senza precedenti, il più grande spettacolo aereo d’Europa, che ha visto la partecipazione di più di 300.000 visitatori. Stiamo creando la base logistica per l’afflusso quantitativo della popolazione di tutta Salisburgo, in una città di poco meno di 7.000 abitanti, tenendo conto anche di importanti sotto-aree come servizi igienici, ristorazione, gestione dei rifiuti e persino forniture mediche. AIRPOWER22 rappresenta un’occasione di massima levatura per l’addestramento della riserva pronta dispiegata, i servizi medici e la logistica delle forze armate austriache. Questo grande evento è stato pianificato in ogni dettaglio per più di un anno. Sono stati schierati per lo spettacolo aereo oltre 6.500 membri del personale tra cui 4.500 soldati. Tra i 4.500 militari, uomini e donne, la riserva pronta contava 1.356 e le donne 658. Nel servizio di ambulanza sono state impiegati 352 persone. Sono stati allestiti duecentoquindici container per magazzini, uffici e cucine. Per i soldati sono stati predisposti millecinquecento letti pieghevoli. Cinque cucine hanno fornito ristorazione cucinando 7,5 tonnellate di carne, 0,5 tonnellate di pesce e fornito 3,6 tonnellate di insalata, 4 tonnellate di frutta e circa 45.000 litri di acqua minerale. Venti chilometri di barriere hanno messo in sicurezza ilsito e diretto il flusso dei visitatori. In base ai primi sondaggi, anche gli organizzatori sono soddisfatti del concetto di sostenibilità, i treni speciali ÖBB sono stati occupati interamente e l’opzione di prenotazione Ö-Ticket per i biglietti del parcheggio è stata ben accolta. Le capacità di trasporto pubblico, quest’anno, sono state completamente utilizzate.”

“L’entusiasmo è stato palpabile e lunghi scroscianti applausi hanno accompagnato ‘Vibes in the Sky’ e tutti gli altri numerosi spettacoli. Sono lieto di constatare come noi organizzatori insieme ai nostri partner: la Provincia della Stiria e la Red Bull, siamo stati capaci di generato così tanto fervore qui a Zeltweg”. Così dichiara il ministro della Difesa Klaudia Tanner. Soddisfatto dell’evento anche il partner Red Bull: “l’idea alla base dell’impegno di Red Bull e dei Flying Bulls per AIRPOWER22 può essere riassunta in una frase: portare gioia alle persone.  Intorno a noi si percepivano emozioni, vibrazioni, l’entusiasmo erano incontenibili a dimostrazione di quanto l’aviazione sia in grado di trasmette con i suoi spettacoli coinvolgenti ai grandi e ai piccini.” “Ho visto molti volti sorridenti, felici, affascinati e stupiti, questa è la migliore ricompensa e soddisfazione per tutti noi”. Afferma Hans Huemer coordinatore dei progetti di aviazione presso i Flying Bulls. Anche il governatore Christopher Drexler ha voluto esprimere il suo entusiasmo e la sua gratitudine: “Il cuore verde dell’Austria ha dimostrato anche in questa occasione di “AIRPOWER22” di essere un luogo eccellente e ideale per eventi importanti. Quasi 300.000 visitatori provenienti dalla Germania e dall’estero hanno apportato un enorme valore aggiunto alla regione. La Stiria ha mostrato il suo lato migliore e più bello. Oltre all’organizzatore, alle forze armate austriache e al nostro partner Red Bull, vorrei ringraziare tutte le persone che hanno contribuito al successo dell’evento”.

Nonostante la programmazione sia stata leggermente ridotta a causa del conflitto in Ucraina, per cui molti paesi non hanno potuto essere presenti nel display, la manifestazione è comunque riuscita ad appagare le aspettative degli spettatori che con la loro affettuosa ed elettrizzante partecipazione hanno contribuito al successo dell’evento. L’organizzazione è stata impeccabile non solo per il pubblico presente ma anche per gli Spotter con ben 17 punti specifici designati per fotografare gli aerei nei display e la parte media -press predisposta, per noi giornalisti, in maniera ordinata ed efficiente. La preparazione dell’evento non ha dato luogo a incertezze, tutto è stato organizzato in modo fantastico. “Questa manifestazione è riuscita ad apportare un considerevole contributo economico alla regione di Murtal. Secondo le informazioni ufficiali del governo provinciale della Stiria, il solo fine settimana AIRPOWER22, grazie al turismo e alle numerose richieste di ospitalità, ha raccolto circa 9 milioni di euro. Tutti i ristoranti della regione hanno avuto un aumento di prenotazioni già diversi giorni prima dell’evento”. Così afferma il tenente colonnello Michael Hendel, capo dell’ufficio progetti AIRPOWER22.

Se Airpower continuerà nei prossimi anni dipenderà anche dalla volontà della politica.  I costi, pari a 3,6 milioni di euro, sono sostenuti dallo stato della regione austriaca Stiria, dalla Difesa e dalla azienda leader nelle bevande energetiche Red Bull. L’evento ha apportato un notevole valore aggiunto all’Austria. Non dimentichiamo che un air show muove non solo aerei ma crea business per ristoratori, hotel e negozi. Nel caso di “Airpower” ha promosso ed esaltato anche e soprattutto la bellezza dell’Austria, in particolare la bellissima regione della Stiria con i suoi 16.388 kmq, secondo Land austriaco per estensione, il cuore verde dell’Austria proprio per questo porta il simbolo la Mela Verde. Il primo di questi eventi ebbe luogo il 20 e 21 giugno 1997 con il nome di “International Flugtag”. Dal 2000 lo spettacolo ha preso il nome di “Air Power”. Dal 2003 al 2013 viene organizzato ogni due anni, sospeso solo nel 2007 per la costruzione delle nuove aree nella base di Zeltweg adibite ad accogliere il nuovo velivolo “Eurofighter”. Successivamente, per poter ridurre le spese, si è ritenuto necessario allungare i tempi da due a tre anni quindi dal 2016 e passato al 2019 ed ora nel 2022. L’organizzazione Air Power ci ha assicurato che ci rivedremo nell’ edizione 2025…  Più Power che mai!

Grazie a tutto l’Ufficio Media e al Colonello Gerhard Schweiger
Head of Media Centre AIRPOWER22 / TPG5.

Testo & Foto di Alessio L. a cura di AB-AviationReporter.com

 50,794 total views,  113 views today

Total Page Visits: 2805 - Today Page Visits: 1